Mi stupisco sempre di più di come in un tempo veramente minimo il bidoncino dell’umido si riempia solo dopo una giornata! Voi ci avete mai fatto caso?

zero waste

Lo spreco alimentare domestico al giorno d’oggi è veramente molto alto; basti pensare al fatto che solamente in Italia ogni famiglia a fine mese butta via circa 2,4 kg di cibo (pari a 30€) che poteva essere utilizzato.

Nonostante tutto una cucina senza spreco è possibile! Anche noi possiamo fare qualche cosa per ridurre questa tendenza e, come vi avevo già scritto in un precedente articolo (se non l’hai ancora letto clicca QUI), stando attenti ad alcuni semplici punti potremmo davvero fare la differenza!

Come ridurre lo spreco alimentare: la guida

Evitare gli sprechi non significa fare enormi sacrifici, ma semplicemente:

  • Ridurre gli eccessi.
  • Rispettare la stagionalità.
  • cucinare con scarti e avanzi, qui non ci resta che liberare la fantasia e cercare di non buttare via più nulla, e per questo una volta a settimana sul mio social preferito (clicca qui) ci sarà la rubrica Eco & Green (nelle stories in evidenza) dove vi proporrò delle ricette semplici e veloci per essere al 100% ANTI-SPRECO!

Gli otto trucchi per la vita di tutti i giorni

Se sei arrivato fino a qui nella lettura, vuol dire che proprio come me ti sta a cuore la questione sullo spreco alimentare! Non fermarti proprio ora a leggere: in fondo all’articolo ci sarà una simpatica sorpresa!

Vediamo questi otto trucchetti ANTISPRECO.

  1. FARE LA LISTA DELLA SPESA, acquistate solo ciò che vi occorre realmente in dispensa.

    sacchetto di tela con fiocchi d'avena

    sostieni anche tu l’ambiente

  2. SEGLIETE PRODOTTI A KM 0, favorendo l’economia locale e riducendo del 60% lo spreco alimentare.
  3. RISPETTARE LE STAGIONI, cibi più buoni e più ricchi di nutrienti. In oltre saranno più sani in quanto non ci saranno tutte quelle sostanze chimiche utilizzate nelle agricolture intensive.
  4. ATTENTI ALLE OFFERTE INGANNEVOLI, l’era del consumismo ci ha ormai fatti entrare in un meccanismo che forse è difficile da debellare ma non impossibile. Quindi attenzione alle pubblicità ingannevoli che tendono a farvi acquistare di più, con lo scopo di sprecare di più. es.: i famosissimi 3×2!
  5. LEGGERE CON ATTENZIONE LE ETICHETTE, cercate sempre di acquistare prodotti con date di scadenza che si protraggono.
  6. ” DA CONSUMARSI PREFERIBILMENTE ENTRO”, una delle frasi più temute. differente da “consumare entro” è ancora uno dei crucci che affliggono il 60% della popolazione italiana. la dicitura da consumarsi preferibilmente entro non indica il termine oltre il quale il prodotto potrebbe alterasi e quindi diventare pericoloso per la nostra salute.
  7. FIDARSI DEI NOSTRI SENSI, annusate, osservate e assaggiate sempre un avanzo per capire se è ancora buono.
  8. L’AUTO PRODUZIONE, non siamo obbligati ad avere ettari di terreno per autoprodurre frutta e verdura, ma basta anche un semplice vaso su un balcone per dare il via ad un piccolo orticello in vaso!

     Beh insomma penso di aver detto anche troppo!

È arrivato il momento che attendevate tutti in cucina piccoli chef.

Ricetta zero waste:

ingredienti:

200g di fiocchi di avena  bio

150g di semi di lino bio tostati

crocchette di sedano vegane

crocchette di sedano vegane

 

un mazzo di sedano con le foglie

1/2 bicchiere di latte d’avena

1 cucchiaio di curry

1 cucchiaio di olio evo

sale qb

pepe qb

 

 

Procedimento:

  1. Puliamo e dividiamo i gambi di sedano dalle foglie e mettiamo da parte; con il Bimby tritiamo i fiocchi d’avena fino a che il composto non sarà diventata quasi farina e mettiamo da parte.
  2. Cuociamo i pezzi di sedano 10 minuti a vapore (per chi ha il Bimby temperatura varoma, vel.1 15minuti).
    Una volta cotti a vapore svuotiamo il boccale e tritiami i gambi del sedano a velocità 5 per 30 secondi.
  3. In una ciotola aggiungiamo tutti gli ingredienti, compresa la farina d’avena, fino a che non otteniamo un composto morbido ma che non si attacca alle mani.
  4. Formiamo delle palline che schiacciamo al centro con il pollice. Passiamo le crocchette nei semini di sesamo tostati.
  5. Preriscaldiamo il forno a 200° per 15-20 minuti e buon appetito!

Quindi non mi resta che salutarvi e spero che vi sia piaciuta questa ricetta! Appuntamento al prossimo articolo! Io vi aspetto sempre sul mio social preferito: @unachefcreativa.